domenica 6 luglio 2008

LETTERA del REGISTA

In un sabato sera qualunque, mi trovo in casa come uno sfigato, ma sono contento, perché sono uno sfigato sognatore. Ad una settimana e poco più inizieranno le riprese di IN THE MARKET e per me è un sogno che sto portando avanti da tempo. Quando scegli un progetto per realizzarlo, ogni istante della tua vita non fai altro che pensarci e lo porti avanti mettendoci dentro pezzi di vissuto, frammenti di ricordi, desideri irrealizzati. E' bellissimo potere dar luce a tutto ciò.
Ultimamente non ho tempo per molto entusiasmo, il tempo è tiranno e i dubbi si fanno largo, i permessi per le location sembrano infiniti, il budget è in continua oscillazione fra entrate ed uscite.

Sono molto teso, so l’importanza di questo progetto e l’entità. Col mio gruppo lo stiamo portando avanti ad 1 anno e mezzo e siamo cresciuti con lui. Non vogliamo che niente vada storto e ce la stiamo mettendo tutta per far nascere qualcosa di nuovo e diverso.

Sappiamo tutti quale sia la sorte del nostro cinema italiano, che fortunatamente sembra un po’ risorgere, anche se non troppo per le storie che narra che spesso si trovano ad avere sempre lo stesso canovaccio. Ci vorrebbe una ventata d’aria fresca, bisognerebbe cominciare a credere in un certo cinema indipendente che sta cercando di salvare le sorti del cinema in Italia. È lì che vi sono sperimentazioni, rischi, progetti freschi ed interessanti che vanno ben lontano dal mainstream.

Mi auguro che IN THE MARKET, film che viene dall’indipendente ma sta avendo importanti collaborazioni tecniche ed artistiche possa avere i requisiti giusti per essere un prodotto professionale. Ed è anche per questo che gireremo in “full HD” con un camcorder di alta qualità.

Abbiamo formato un cast molto forte con professionisti che faranno la differenza nella recitazione. Abbiamo creato una troupe molto competente ed affiatata.

Abbiamo composto una sceneggiatura che passa molto facilmente dal pulp alla suspense. Un film fatto di molte inquadrature in movimento su strada e di difficili effetti speciali di set, di una rapina e di fughe al gatto col topo.

Pensavo che dopo “LIFE’S BUT”, il film che ho girato nel 2006, il prossimo lavoro sarebbe stato più semplice, ma mi sbagliavo. Siamo cresciuti tecnicamente e nel farlo sono lievitati i prezzi e il numero delle persone.

Sarà difficile, lo so, ma con questo mio commento non voglio piagnucolare, voglio incoraggiare il mio gruppo di lavoro, perché la WHITEROSEprd. sta mettendo in piedi qualcosa di unico e tutto l’entusiasmo che ci lega farà la differenza. Quindi, tecnici e cast, abbiamo fra le mani un film che non ci dobbiamo lasciar scappare e il vostro talento e la vostra dedizione lo porteranno a compimento nel migliore dei modi dando così le sembianze ad IN THE MARKET. Stiamo scrivendo le nostre vite, qualcosa che rimarrà nei nostri cuori e se dovesse andare al cinema, spero rimarrà nei cuori di quanti guarderanno il film.

Ragazzi, la nostra vita è nei ciak che batteranno dal 14 al 29 luglio.

Grazie a tutti voi, con immensa stima per tutto il vostro lavoro, Lorenzo L.

6 commenti:

philippe ha detto...

Lorenzo stai per raggiungere l'ambito trguardo che ripagherà tutti i sacrifici fatti e vedrai che sarà un successo in bocca al lupo e continua cosi per la tua strada Phil

Paolo Corridore ha detto...

Lorenzo credimi siamo accomunati da stessi pesnieri pur avendo fatto percorsi e avendo vissuto vite diverse!
Per questo penso che tanta buona energia non vada sprecata e per questo non solo sottoscrivo quanto hai detto nella lettera!
Ma rinnovo la mia più completa disponibilità sia dello staff di OZTV sia personale di Me, Eugenio e Riccardo Montella!
Ah! un'altra cosa si è vero nel cinema indipendente c'è la novità, il rischio e in esso il seme dello "standard" di domani ma non dimentichiamoci che ci sono molti che prendono una camera in mano e si credono padreterni quando magari hanno idee misere.
Ovviamente non è il vostro caso senò non starei qui a rispondere! ;)
Quindi ritorno a dire gli ingredienti giusti sono
1) le idee
2) umiltà
3) cooperazione...da soli non si fa nulla!
a presto spero! e in bocca lal lupo per le riprese :D
stay rock

Anonimo ha detto...

secondo me nn va detto nulla va solo fatto, le difficolta si incontrano ma e bello dire mmm e stato un gioco da ragazzi... cmq grande lorenzo spero che il tuo film sollevi un po di polvere che ora si sta anndando sull horror in italia (visto che più di un regista stanno smerdando sto genere con cagate disumane tipo il bosco fuori ecc) ti saluto e ti do un inbocca aal lupo vero!! (vins)

Federico ha detto...

IN BOCCA AL LUPO MANNARO RAGAZZI.
...e massacratelo di pallottole d'argento!

Anonimo ha detto...

in bocca al lupo! spero che life' but ti abbia fatto maturare e capire che fare un film nn è facile e che nn bastano solo le idee e i buoni propositi!!!

Anonimo ha detto...

aggiornaaaaaateeeeeee!